Recensione a “L’aula vuota” di Ernesto Galli della Loggia

di Lucio Russo

 

Il dibattito sulla scuola, che attrae di solito molta meno attenzione di quanto meriterebbe, si è arricchito di recente di un interessante contributo di Ernesto Galli della Loggia (L’aula vuota. Come l’Italia ha distrutto la sua scuola, Marsilio, 2019), che è allo stesso tempo un saggio abbastanza documentato sulla storia della crisi della scuola italiana e un pamphlet in cui le idee dell’autore sul tema (ma anche sulla politica italiana e sulla cultura in generale) sono esposte con il consueto vigore.

Continua a leggere la recensione

 

3 pensieri riguardo “Recensione a “L’aula vuota” di Ernesto Galli della Loggia”

  1. Gentile professor Russo,
    la ringrazio molto della sua lunga e attenta recensione del mio libro
    sulla scuola. E anche, voglio aggiungere, la ringrazio – oltre che del
    suo tono garbato e costruttivo: le assicuro una vera rarità di questi
    tempi – delle sue obiezioni a un certo numero di mie affermazioni.
    Obiezioni che mi fanno capire come talvolta non mi sia curato a
    sufficienza di soppesare o di esprimere meglio il mio pensiero. In
    particolare per ciò che riguarda la distinzione tra materie cosiddette
    umanistiche (definizione che preferisco a quella di “letterarie”) e
    cosiddette scientifiche. In realtà la mia idea in proposito è che la
    distinzione dovrebbe essere tra materie che hanno o non hanno una più
    o meno vasta e immediata (insisto: immediata ) applicazione
    pratico-produttiva. Per cui la matematica in modo assoluto (che per
    molti versi io assomiglio alla filosofia: immagino facendo orripilare
    i matematici) e la fisica in buona parte, mi sembrano partecipare di
    alcune caratteristiche fondamentali del sapere umanistico. E dunque,
    tra l’altro, entrambe meriterebbero, specie la matematica, di avere
    più spazio e considerazione di quanto abbiano oggi proprio nel liceo
    classico.
    Mi rammarico davvero di non aver dato spazio a questo
    punto, certamente non secondario, per qualsiasi discorso sulla scuola,
    ma sono lieto che almeno in questo commento abbia potuto sia pure in
    piccola parte rimediare.

    Piace a 4 people

  2. Un applauso all’autore per partecipare al dialogo, cosa rara e preziosissima! Grazie.

    Volevo osservare che la sua assimilazione di matematica e filosofia e’ alla radice della filosofia greca (chi scriveva “Non entri chi non conosce la geometria “?) ed inoltre e’ completamente in linea con il pensiero di grandi intellettuali italiani come Enriques, Castelnuovo, Volterra, che vennero marginalizzati a causa del fascismo, vedi ad es.

    http://www.treccani.it/enciclopedia/federigo-enriques_%28Il-Contributo-italiano-alla-storia-del-Pensiero:-Scienze%29/

    http://dm.unife.it/matematicainsieme/riforma_gentile/pdf/Gentile03.pdf

    Forse sarebbe ora di riprendere queste discussioni. Abbiamo persone come Lucio Russo, trovosia colpevole negligenza non dare loro piu’ spazio nel dibattito pubblico…

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...