Recensione a “Chi siamo e come siamo arrivati fin qui. Il DNA antico e la nuova scienza del passato dell’umanità” di David Reich

di Francesca Romana Capone 

Premessa

Nei primi anni ’90, Luigi Luca Cavalli Sforza, assieme a Paolo Menozzi e Alberto Piazza, pubblicava il fondamentale saggio Storia e geografia dei geni umani, che raccoglieva decenni di studi gettando le basi della moderna antropologia genetica. A distanza di meno di trent’anni, un suo giovane allievo, David Reich, ci mostra in Chi siamo e come siamo arrivati fin qui come il progresso nelle tecnologie di sequenziamento del genoma e la possibilità di studiare DNA antico abbiano in parte rivoluzionato le conclusioni tratte dal maestro.

Continua a leggere

 

 

4 pensieri riguardo “Recensione a “Chi siamo e come siamo arrivati fin qui. Il DNA antico e la nuova scienza del passato dell’umanità” di David Reich”

  1. Ho davvero apprezzato la recensione. Mi pare che il lavoro di Reich – per quel che ho capito, giacché non conosco il testo – dimostri come la genetica delle popolazioni (o delle razze) sia un campo per il quale le cose sono parecchio lontane dal dirsi risolte; il che avvalora l’importanza di mantenere vivo, insieme al paradigma scientifico in rapida mutazione, il senso comune che si trasmette con ed attraverso l’esperienza: si tratta sempre di “salvare i fenomeni”, impedendo alle teorie scientifiche di andare irrazionalmente oltre il loro mandato, in nome di un ‘politicamente corretto’ che offusca l’umana ricerca, anziché renderla veritiera.
    Mi complimento anche per lo stile di scrittura: chiaro, lineare, diretto e privo di ambiguità.

    "Mi piace"

  2. “Da un lato, testate come Il Giornale e Libero, hanno voluto leggere le argomentazioni di Reich come un sostegno alle ideologie razziste”. Bene, vorrei sapere dove, di preciso. Su “Il Giornale” l’unico articolo su David Reich e’ un’intervista di Eleonora Barbieri, nella quale tutto si fa meno che “leggere le argomentazioni di Reich come un sostegno alle ideologie razziste”. Direi anzi piuttosto il contrario, se possibile. Leggere per credere, se non l’avete fatto: https://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/s-razze-esistono-non-sono-ci-che-pensano-i-razzisti-1771536.html L’unica ideologia che vedo qui all’opera e’ semmai quella della recensitrice, che con questa uscita (excusatio non petita, accusatio manifesta…) sembra suggerire che i partiti di una certa area politica, che scommettiamo non essere la sua, siano biechi razzisti e fascisti, magari nostalgici dell’Austriaco. Un’operazione culturale e’ qualcosa di piu’ serio. Saluti.

    "Mi piace"

  3. Mi scuso per il ritardo nella risposta e provo a precisarle quanto scritto nella recensione dove forse ho peccato di eccessiva sintesi. L’intervista de Il Giornale al quale ho fatto riferimento (la stessa riportata nel link all’interno del suo commento) ha un titolo che – come spesso accade – rispecchia solo in parte il contenuto delle risposte di Reich: “David Reich: “Sì, le razze esistono. Ma non sono ciò che pensano i razzisti”. Mi pare abbastanza evidente che la linea editoriale è quella di evidenziare l’esistenza delle razze piuttosto che la mescolanza delle popolazioni (argomenti entrambi presenti nell’intervista). Quanto a Libero, ha citato il testo di Reich in un articolo del 19/9/2019 dal titolo “Ecco le razze più intelligenti”, dove si riprende la riflessione dell’autore sulle possibili differenze medie relative ad aspetti cognitivi tra le popolazioni, isolandola però dal contesto. Detto questo, e aldilà dei miei orientamenti politici che non mi sembrano di particolare interesse, trovo curioso questo attacco quando mi sembra evidente che la recensione pone l’accento proprio sulla presa di posizione dell’autore in merito alla necessità di indagare le differenze e di non negarle a priori.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...